Un matrimonio da batticuore!

Dopo un periodo di frenesia – che ci ha viste parecchio impegnate su vari fronti! -, eccoci di nuovo sul blog con le creazioni di cui ancora non vi abbiamo parlato.

Oggi dedichiamo un post al più classico dei simboli dell’amore, il cuore rosso, che è stato il soggetto di questo coordinato realizzato per un matrimonio-battesimo di maggio.

Per questa festa, profumata di gelsomino, abbiamo confezionato le partecipazioni, le bomboniere – bottiglie di vino di pregio per le quali abbiamo realizzato anche l’etichetta – , le ampolline di confetti e il tableau. 

Il rosso, che ha caratterizzato pure alcuni particolari dell’abito da sposa e del bouquet, è stato naturalmente il colore predominante. Vista la sua importanza nell’insieme della suite, abbiamo privilegiato all’interno della partecipazione, e nel resto dei materiali, una grafica semplice, che lasciasse parlare i toni di colore.

Così, un tappeto di cuori ha fatto da sfondo all’invito, racchiuso in una busta personalizzata da un bollino creato su misura. All’interno della partecipazione, pochi piccoli dettagli, che sono stati il fil rouge – è il caso di dirlo! – di tutto il coordinato, dalle etichette per le ampolline di vetro al tableau.

Ancora cuori, ma realizzati in diversi materiali e misure, sono stati impiegati per impreziosire le bomboniere e le ampolle porta-confetti.

Insomma, un tripudio d’amore per questa giovane coppia, che ha voluto celebrare nel giorno più bello anche il battesimo del piccolo di casa, circondandosi di amici e parenti pronti a salutare con il cuore l’inizio della loro nuova avventura!

matrimonio_arbri

Cake design? La parola all’artista: intervista ad Angela Diomede di Millefoglie Cucina e Design

Torta dal tema classico o cake design? Reportage fotografico romantico oppure urban style? E il bouquet?
Che siate una coppia con le idee ben chiare o che desideriate qualche suggerimento, scoprire qualcosa in più sul percorso professionale dei vari fornitori è utile per trovare chi può dare alle vostre nozze quel tocco di personalità che state cercando. Conoscersi e confrontarsi, infatti, è indispensabile per la buona riuscita di qualsiasi lavoro creativo. Noi lo sappiamo bene, e ce ne siamo convinte ancora di più in questi mesi durante i quali abbiamo avuto l’occasione di scambiare idee e riflessioni con diversi professionisti del wedding in occasione della presentazione dei nostri servizi.

Uno di questi momenti è stato Wedding in a box, presso i Pnbox Studios di Pordenone: abbiamo scoperto altre persone che, come noi, studiano ogni giorno soluzioni nuove per stupire i propri clienti, mettendoci sempre quel qualcosa di personale che rende il lavoro davvero unico. Perciò, abbiamo deciso di dare anche a voi l’opportunità di conoscergli meglio, di capire come e perché fanno il loro mestiere: a partire da oggi, pubblicheremo a rotazione le interviste fatte ai collaboratori di Wedding in a box.

Iniziamo, così, dal lato più tenero di tutta la faccenda. No, non dal bacio del dopo “sì”, bensì dai dolci e dai dolcetti in stile cake design, da mangiare anche con gli occhi! La parola, oggi, va ad Angela Diomede di Millefoglie Cucina e Design (Vallenoncello, Pordenone), che ci ha raccontato la sua passione per la pasticceria d’artista.

Angela Diomede

D Angela, come hai iniziato e da quanto fai questo mestiere?
R Ho iniziato con il cake design un po’ per gioco e per divertimento, più o meno quattro anni fa, facendo torte per i compleanni delle mie figlie. Sono un architetto e designer, laureata al Politecnico di Milano, ma ho lasciato il mio lavoro da libero professionista quando sono diventata mamma: ho tre figlie di 5, 8 e 11 anni.

D Sempre più spesso le donne, una volta diventate mamme, cambiano radicalmente mestiere – nel tuo caso, si tratta pure di un lavoro che renderà certamente molto felici le tue bambine! – E molte cake designer arrivano dal mondo dell’architettura. In che modo l’essere mamma e il fatto di aver ripensato la tua vita professionale influenzano il tuo lavoro?
R Di sicuro l’essere mamma influenza molto il mio lavoro. Ho smesso di fare la libera professionista per poter stare con le mie bambine, perché non volevo perdermi niente della loro vita. E lavorare da architetto come libero professionista non ha orari. Lavorare in un mio piccolo laboratorio di pasticceria mi ha permesso di crearmi un mestiere “su misura”, tagliato addosso a seconda delle mie esigenze, tenendo come primo obiettivo le mie bambine. E’ un lavoro che mi dà la libertà di continuare a essere mamma e moglie prima di tutto, anche perché lo vivo senza competizione: realizzo i miei prodotti non “a tutti i costi”, ma tenendo la famiglia al primo posto.

D Perché hai scelto il cake design?
R Perché coniuga la mia passione per la cucina con la mia inclinazione artistica, nonché il mio bisogno viscerale di dar vita con le mie mani a un prodotto creativo.

D A chi ti ispiri e perché?
R 
Mi piace molto la creatività di Letizia Grella. Apprezzo la sua semplicità e la purezza delle sue creazioni, sempre originali e mai banali.

D Cosa proponi agli sposi che si rivolgono a te?
R 
Ascolto le loro esigenze e cerco di cogliere elementi che mi permettano di creare qualcosa di personalizzato e perciò unico.

D Usi ingredienti particolari o prediligi un certo stile?
R Mi piace lo stile pulito, semplice, minimalista, senza fronzoli e che preveda l’utilizzo di pochi colori. Ed è ciò che apprezzano anche i miei sposi, che delle mie torte dicono di amare il gusto, la classe.

D Qual è stata la torta più riuscita? Quale quella che vorresti per te?

R La ruffle cake.

D Di cosa si tratta e perché la preferisci?
R Si tratta di un dolce realizzato con una tecnica che permette di creare torte “in movimento”, usando la pasta di zucchero come se fosse un velo di tulle “stropicciato” attorno alla torta. Mi piace perché suggerisce sempre l’idea di una torta raffinata, un po’ shabby.

D Oltre alle torte, realizzi anche altre delizie?

R Sì, qualunque tipo di dolce decorato e anche piccola pasticceria salata rivisitata in chiave moderna.

D Cosa ami in particolare di questo lavoro?
R Sorprendere e far sorridere puntando sul gusto e sul design.

D Descrivici il tuo lavoro in una frase.
R Produzione artistica e artigianale di prodotti personalizzati, unici per design e gusto.

D Wedding in a box: qual è il tuo contributo?

R Collaboro con Pnbox con la realizzazione di wedding cake e sweet table in occasione di matrimoni ed eventi.

Volete saperne ancora di più su Angela? Allora date un’occhiata alle sue pagine: il sito internet, il blog e le tre pagine facebook dedicate al cake design, ai cupcakes e al tema cucina&design.

Battesimo in verde!

Oggi vi proponiamo un Battesimo molto particolare, niente temi nè colori standard, questo per dimostrare che qualsiasi evento può essere declinato nello stile che più ci aggrada.

La mela come leitmotiv di tutti i materiali preparati, a richiamare la faccina tonda di un bambino goloso. Nello specifico abbiamo realizzato l’invito, scritto “a matita” dal bimbo stesso, le etichette per i bicchieri, i cartellini per il cibo e le etichettine per le mele che fungevano da decorazione sui tavoli ma che, alla fine della festa, si trasformavano in un sano gadget da donare agli ospiti.

Abbiamo curato l’allestimento dei tavoli e del buffet, e coordinato il lavoro della nostra cake designer che ha realizzato la torta, molto spiritosa, e delle piccole mele-cupcakes.

battesimo pietro

Un mondo di dolcezza!

Vi avevamo promesso che attraverso il blog vi avremmo fornito i dettagli dei nostri lavori e vi avremmo fatto conoscere da vicino i nostri prodotti.

Uno tra i servizi più amati dalle golosone come noi è la fornitura di torte a tema: ci avvaliamo della collaborazione di professioniste del settore che realizzano per noi queste merviglie di cake design!

Ecco a voi una breve carrellata delle opere d’arte che hanno allietato le feste dei nostri clienti.

torte1

Una riflessione importante da fare è che queste torte oltre che incantevoli sono davvero all’altezza delle migliori pasticcerie!

Che aspettate? Non avete un compleanno in arrivo? Non siete curiosi di poterle assaggiare?

Con il cestino ci vado a nozze!

L’autunno è ormai arrivato, ma prima di buttarci a capofitto nel mood pre-natalizio, vogliamo raccontarvi del matrimonio che ha caratterizzato l’altra “stagione di mezzo” ovvero la primavera.

È stato per noi un matrimonio davvero speciale, di quelli che ti fanno ricordare il gusto dolce della naturalezza, in tutte le sue forme: materiali, cibo, buona compagnia. Non vogliamo dire che realizzarlo sia stato semplice o scontato (ogni nostro progetto viene cucito addosso, proprio come l’abito da sposa!), ma affrontarlo con lo spirito giusto ci è venuto spontaneo come decidere di correre a piedi nudi sull’erba tagliata di fresco.

Ed è stato proprio sull’erba che tutto è iniziato, nonostante la bella stagione quest’anno si sia fatta un po’ attendere e ci sia stato il rischio di perdersi il pic-nic di benvenuto. Sì, un vero e proprio pic-nic con tanto di cestini colmi di leccornie: così i nostri sposini hanno accolto i loro ospiti che, complice anche una soffice copertina di pile, si sono gustati un’informale antipasto all’aria aperta. 

Un bel modo anche per i novelli sposi di sciogliere un po’ la tensione del post-cerimonia, che dite?
L’atmosfera era talmente confortevole che vogliamo iniziare facendovela rivivere con qualche scatto…

pic-nic-wedding_location

Veniamo ora ai materiali che hanno permesso di dar vita a tutto questo. I toni del verde e del corda hanno caratterizzato la suite grafica, dalle partecipazioni alle bomboniere, passando per il set fotografico. Abbiamo utilizzato materiali quanto più possibile grezzi, giocando su alcuni particolari che hanno fornito un forte stile a tutto il coordinato. Da notare, ad esempio, il save the date: una piccola ghirlanda di bandierine in una busta di carta bianca, arricchita da un piccolo nastro adesivo in tinta. La busta è stata anche la soluzione che abbiamo scelto per fornire a ogni invitato un’originale alternativa ai classici coni riso, ovvero un sacchettino di coriandoli di carta in tinta, con qualche cuoricino ad addolcire il tutto. Molto azzeccato anche il cuscino per le fedi e sicuramente indimenticabili le nostre bomboniere: un set di vasetti contenenti zolle di terra e semi di erbe aromatiche, naturalmente coordinato al resto dell’immagine. Un cadeau che permetterà a ogni invitato di prendersi cura, anche a distanza, della vita che questi due amici hanno deciso di trascorrere insieme.

pic-nic-wedding_coordinati